Chiesa di San Pietro del Franco

Home / Chiese / Chiesa di S.Pietro del Franco

La chiesa di S.Pietro del Franco

La chiesa è così chiamata perché l’ultimo dei Conti Longobardi di Caiazzo, Landolfo Franco, ne avrebbe curato la fondazione prima del 1065.
E’ dedicata all’Apostolo Pietro in memoria – secondo la tradizione – del suo passaggio a Caiazzo e della celebrazione, su un altare primitivo, degli Uffici Divini.
Lo storico Nicola De Simone (1740) affermò che la chiesa fu edificata sulle rovine di un primitivo luogo di culto. Nelle antiche pergamene di Caiazzo si legge nell'anno 1176: ecclesiam Sancti Petri qui dicitur de Franco.

L’aspetto attuale è quello del rifacimento effettuato a metà '700.
L'edificio risulta inserito in uno spazio quadrato e presenta uno sviluppo planimetrico a croce greca.
Gli ambienti della chiesa sono tutti delimitati superiormente da volte a botte ad eccezione della zona centrale della croce dove è presente una cupola a sesto pieno sormontata da una lanterna cieca non visibile dall'interno.
Il fronte posteriore ed il campanile mostrano cortine di tufo a vista.

Il prospetto principale e le pareti interne hanno decorazioni a stucco, realizzate a metà del Settecento dal canonico Luigi Foschi, fratello di Mons. Giuseppe Foschi Vescovo di Lucera. Tanto il prospetto principale, con portale in pietra inserito tra due lesene e sormontato da un finestrone ad arco tra due volute, quanto le pareti interne, gli archi, ed i pilastri sono interessati da decorazioni a stucco, che ricordano molto da vicino quelli della chiesa dell'Annunziata  facendo supporre che l'autore dei disegni della nuova chiesa sia il medesimo Tagliacozzi Canale o un  architetto che, osservati e studiati gli stilemi e le decorazioni dell'Annunziata, riuscì ad imitarli in maniera perfetta.